Autore: Brunilde Sismondo Ridgway
Collocazione: Grecia
Bronzo A: guerriero di un poema epico (scuola eclettica e classicistica, I sec. a.C. - I sec. d.C.)
Bronzo B: guerriero di un poema epico (scuola eclettica e classicistica, I sec. a.C. - I sec. d.C. ma più recente di venti anni rispetto al Bronzo A)
Tutti gli studiosi, pur nella diversità delle loro ipotesi, si sono dimostrati concordi nell’assegnare le due statue in bronzo da Riace all’orizzonte cronologico del V sec. a.C. L’unica eccezione è rappresentata da Brunilde Sismondo Ridgway, la quale crede che il Bronzo A raffiguri un guerriero di un poema epico, e che sia stato realizzato da un esponente di una scuola eclettica e classicistica tra il I sec. a.C. e il I sec. d.C. Analogamente, il Bronzo B rappresenterebbe un altro guerriero di un poema epico, anch’esso opera di scuola eclettica e classicistica, I sec. a.C. – I sec. d.C., ma più recente di venti anni rispetto all’altra statua.

ridgway1

Testa di Odisseo dal Gruppo di Polifemo a Sperlonga; Gruppo del Looconte dei Musei Vaticani; Gruppo di Oreste ed Elettra proveniente da Pozzuoli, dal Macellum, ora a Napoli, Museo Archeologico Nazionale

Tale teoria, che trova supporto dal riconoscimento della mancanza di caratteri attici nelle due sculture da Riace, non ha trovato prove materiali a sostegno. Come si comprende, perciò, il punto di vista minoritario della Sismondo Ridgway è rimasto tale, non avendo trovato l’adesione di alcuno studioso.Osservazioni critiche:
L’ ipotesi non ha prove materiali a sostegno, anzi quelle presenti la smentiscono in modo categorico: lo spessore del bronzo delle statue è talmente esiguo che permette di affermare con certezza che in epoca romana non si riusciva più a realizzarlo.
La teoria non tiene conto dell’analisi delle terre di fusione e non spiega il rapporto esistente tra le due statue.Bibliografia:
Sismondo Ridgway, The Archaic Style in Greek Sculpture, Princeton 1977.
Sismondo Ridgway, The Riace Bronzes: a minority viewpoint, in AA.VV., Due Bronzi da Riace, Rinvenimento, restauro, analisi e ipotesi di interpretazione, a cura di L. Vlad Borrelli e P. Pelagatti, II, Roma 1984 (Bollettino d’Arte, Serie spe­ciale, III), pp. 313-326.
Sismondo Ridgway, The Bronzes from Porticello Wreck, in Archaische und klassische griechische Plastik, Atti Colloquio, Atene 1985, Mainz 1986, II, pp. 59-68.

BRONZI DI RIACE